ACQUA > Acqua pubblica a Volla, senza se e senza s.p.a.
Acqua pubblica a Volla, senza se e senza s.p.a.

Il Movimento Cinque Stelle Volla ha più volte richiesto all'Amministrazione Guadagno, mediante atti formali regolarmente protocollati ed incontri ufficiali, di aderire al Protocollo d'Intesa della Rete Dei Sindaci, inerente la gestione pubblica dell'acqua; tuttavia a poco è servita questa opera di sensibilizzazione del nostro primo cittadino.

Il gruppo locale di Volla del movimento 5 stelle vuole informare i cittadini vollesi, e ricordare il sindaco di Volla, che le motivazioni che hanno spinto i sindaci virtuosi ad aderire al Protocollo D'Intesa da noi proposto, sono molteplici ed hanno delle sane e giustificate motivazioni; tra cui vi è il principio che l'acqua deve ritornare di pubblica gestione, ma acqua pubblica non vuol dire gratis, vuol dire che non ci devono essere privati che lucrano sulla fornitura dell'acqua mediante aumenti tariffari sulla gestione degli impianti di captazione e distribuzione; inoltre si rammenta che anche la nostra Costituzione, all'art. 43, tutela i servizi pubblici essenziali e detta i principi con cui deve essere utilizzato, gestito e governato il patrimonio idrico nazionale.

In virtù di quanto sopra citato, vogliamo ricordare, a giudizio di tutti i comuni aderenti a questo Protocollo d'Intesa, che la GORI S.p.A. si è sempre contraddistinta per inefficienza e incapacità gestionale, che non ha provveduto ad effettuare gli investimenti previsti dal Piano d'Ambito approvato dai sindaci nel 2000, che, nonostante gli aumenti tariffari accordati negli anni (aumento di tariffe pari a circa il 29% nei comuni dell'ambito vesuviano-sarnese), la società non è riuscita a raggiungere l'equilibrio dei bilanci richiedendo agli enti preposti continui aumenti tariffari al fine di riportare in equilibrio i conti della società, infine ma non per ultimo, Labboccetta viene nominato come presidente Gori, ricordiamo Laboccetta con un articolo di Saviano di cui ne ha chiesto le dimissioni perchè indagato per favoreggiamento) potendo contare DA SOLO del 51% di peso nelle votazioni. Lo scrittore definisce «vergognosa» la nomina e Laboccetta «espressione della peggiore politica». Il silenzio del Pd si spiega anche con il fatto che una esponente dei democratici, una avvocatessa indicata dal consigliere regionale Casillo, siede nel consiglio di amministrazione di Gori. Mentre l'indicazione di Laboccetta è venuta dal parlamentare forzista Carlo Sarro, fedelissimo di Nicola Cosentino. Dunque un patto "larghe intese" alla Gori tra democratici e corrente "cosentiniana"

Il Movimento Cinque Stelle di Volla, chiederà nuovamente un incontro con il primo cittadino per conoscere le motivazioni che spingono l'amministrazione vollese a non aderire al Protocollo d'Intesa, sperando che non si stia cercando di favorire gli "interessi particolari" di "pochi" a discapito di quelli della collettività...
Movimento Cinque Stelle Volla.

 
VOLLA; IN NOME DELLE LARGHE INTESE. DALLE LISTE CIVICHE AI PARTITI.
Riorganizzazione, miglioramento e trasparenza dei servizi sociali.
Il M5S Volla denuncia;
LA GORI SI CHIARISCA.
Il Movimento Cinque Stelle Volla, con il presente comunicato vuole chiarire alcune inesattezze che la società GORI ha sostenuto contro il gruppo locale, mediante un comunicato stampa a questo indirizzo; vai al sito a seguito di un nostro comunicato; qui il nostro comunicato: quì il link vai al sito
G.o.r.i. , e la pagina dei dati scomparsa!
Gli Acquedotti sono avvelenati? forse si!
Facebook

 

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre attività ?

Iscriviti alla nostra maling list.

Progetti

Parlamento

Applicazione